Sorgenti Sonore (Sound Sources): sono gli elementi che, di fatto, generano il suono che viene successivamente trattato e processato nel circuito di sintesi; gli oscillatori audio, il generatore di rumore e l’eventuale ingresso per segnali esterni sono esempi banali di unità appartenenti a questa categoria. 

Modificatori per le Sorgenti Sonore (Sound Modifiers): sono gli elementi utilizzati per alterare creativamente il comportamento delle sorgenti sonore; il filtro che elimina determinate armoniche, l’amplificatore che moltiplica il livello del segnale passante, un mixer o un modulatore ad anello appartengono a questa categoria.

Sorgenti di Controllo (Control Sources): sono gli elementi – interni alla struttura di sintesi o veri controller esterni – che permettono di pilotare nel dominio del tempo, dell’ampiezza e della frequenza il comportamento delle sorgenti sonore e dei modificatori per le medesime; il controller più banale per uno strumento musicale elettronico è la tastiera musicale. 

Modificatori per le Sorgenti di Controllo (Control Modifiers): al pari dei sound modifiers, i control modifers permettono di alterare il comportamento dei controllers in base alle necessità del musicista. Il glide di tastiera appartiene a questa categoria.

Categories: Share

Leave a Reply